INFORMATIVA COOKIES

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

OK, ACCONSENTO APPROFONDISCI  
Home | Stories | Birra Italia: gli impianti di spillatura a supporto della qualità artigianale

Birra Italia: gli impianti di spillatura a supporto della qualità artigianale

L’AUMENTO DELLA DOMANDA FA CRESCERE LA PRODUZIONE ITALIANA DI MALTO E IL TREND DEI MICRO BIRRIFICI

TAG: BEER CELLI CELLI GROUP
22
08
2019
Buone notizie per gli addetti ai lavori: gli italiani preferiscono le bionde nostrane!

Secondo quanto riportato dall’Annual Report 2018 di AssoBirra, il 2018 ha registrato un aumento generale dei consumi di birra pari al 3,2%.
Ancora più confortante è l’aumento del 6,6% di export (contro un +1,2% di import) e una produzione che chiude l’anno passato con un +4,7%.

Le birre “speciali” negli ultimi 5 anni hanno mostrato un aumento del 115%, mentre le birre tradizionali vengono bevute sempre più anche in autunno e in inverno, a conferma di un trend che destagionalizza il consumo di birra. Il giovamento di questi dati ha raggiunto l’intera filiera, dall’agricoltura con un aumento di produzione italiana di malto (+5,5%), alla distribuzione, all’occupazione nel comparto.

La crescita della domanda infatti, ha influito positivamente sull’occupazione nel settore, con un aumento di circa 700 unità.
Oggi l’Italia è al 9° posto in Europa per volumi di produzione, mentre è 5° per numero di birrifici.

Un dato estremamente interessante, riportato sempre da AssoBirra, riguarda il settore della birra artigianale: i micro birrifici italiani registrano un incoraggiante +4,3% rispetto al 2017. Queste nuove realtà imprenditoriali, soprattutto giovanili, oggi in Italia possiedono una quota di mercato del 3,1%, composta da 862 aziende, di cui 692 birrifici artigianali e 170 brew pub. Lombardia, Piemonte, Veneto e Toscana sono nell’ordine le regioni in cui sono presenti in maggior numero queste strutture, mentre al Sud domina la Campania con 55 birrifici tra artigianali e brew pub.

L'IMPORTANZA DI UN BUON IMPIANTO PER LA SPILLATURA DELLA BIRRA

Ed è proprio su quest’ultimo aspetto della crescita del nostro settore, che Celli ha voluto puntare. Con oltre 40 anni di esperienza alle spalle, il Gruppo Celli e la sua rete, sono considerati nel mondo della spillatura sinonimo di qualità, affidabilità, design e innovazione. Perché dunque non farsi promotori della qualità artigianale e del made in Italy, oltre che incentivare la mission di conversione dei consumi dalla bottiglia alla spina?

La birra alla spina è spesso di gran lunga superiore grazie al suo sapore puro e fresco e, sebbene il suo gusto rimanga sostanzialmente invariato, l'impatto ambientale e il consumo di energia possono essere drasticamente ridotti. La gestione dei rifiuti diventa anche più sostenibile e il lavoro del barista più apprezzato e coinvolgente.
Grazie infatti ad una proposta di noleggio studiata ad hoc per queste nuove realtà, i micro birrifici possono ridurre l’investimento iniziale, eliminare lo stock magazzino, ma soprattutto usufruire di servizi di installazione, manutenzione e sanificazione d’eccellenza e personalizzabili.

    ARTICOLI CORRELATI

    TUTTE LE NEWS